Abruzzo

I vigneti in Abuzzo e i vini abruzzesi

Il montepulciano è il vitigno simbolo di questa regione e ha ottenuto sia la denominazione DOC e quella DOCG. Il trebbiano è il vitigno bianco più diffuso ma sono i nuovi vitigni autoctoni che stanno diventando sempre più conosciuti e apprezzati in Italia e all'estero: pecorino, passerina, cococciola e montonico.

Tra le altre varietà che vengono coltivate e valorizzate vale la pena di ricordare la malvasia bianca di Candia, il montù, il moscato, il pignoletto oltre alla sperimentazione di vitigni quali lo chardonnay, il merlot, il cabernet e i vari tipi di pinot.

Le forme di allevamento più diffuse sono sicuramente i tendoni, detti anche pergole o capanne abruzzesi, ma non mancano i filari a controspalliera, il guyot e il cordone speronato.

Le caratteristiche ampelografiche del montepulciano e dei suoi cloni sono abbastanza omogenee e garantiscono produzioni costanti. Questo vitigno ha un cilco vegetativo lungo e una maturazione tardiva.

La DOCG è il Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane, coltivato nella regione storica di Controguerra, ma anche nei colli tra il Tronto e il Vomano, la valle del Tirino e la vallata Peligna.

I colli Pescaresi sono conosciuti per la presenza di tante piccole aziende che stanno riscoprendo le varietà autoctone regionali cosi come avviene nella provincia di Chieti e la provincia Teramana.

 

mappa italia Val d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Tipologia

Annata

Occasioni di consumo

Filosofia

Regioni

Cantina

Vitigno

Prezzo









Filtra

Sconti extra

registrati e ottieni
il 5% di sconto

Pagamenti sicuri

i nostri pagamenti sono sicuri
e facili da utilizzare

Spedizione gratuita

per ordini maggiori di 89,0€
la spedizione è gratuita