Puglia

La produzione in Puglia si basa principalmente sul criterio dlle alte produzioni di vini intensamente colorati, di bassa acidità e di elevato titolo alcolometrico, con un buon estratto secco.

In totoale si parla di quasi 105.000 ettari di vigneto su tutto il territorio pugliese di cui il 92% si trovano su territori prianeggianti, mentre il restante si trova su terreni collinari. Le forme di allevamento più in uso sono quelle a tendone, a guyot e a cordone speronato, inoltre è ancora abbastanza diffuso anche l'alberello pugliese a potatura corta. L'82% dei vitigni coltivati sono a bacca nera quasi tutti di origine greca: il più diffuso è il negro amaro seguito dal primitivo, vitigno autoctono imparentato con l'americano zinfandel.

Tra le altre uve coltivate in Puglia ci sono: il bombino bianco e il bombino nero, il trebbiano toscano, l'uva di Troia, il sangiovese e il montepulciano, coltivati nelle zone a nord di Bari.

Nella valle d'Itria, ovvero la zona centrale della regione vengono coltivati la verdeca e il bianco d'Alessano.

Nelle province più a sud come Taranto e Lecce invece troviamo i vitigni classici pugliesi sopra citati: negro amaro e primitivo oltre alla malvasia nera.

mappa italia Val d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Sconti extra

registrati e ottieni
il 10% di sconto

Pagamenti sicuri

i nostri pagamenti sono sicuri
e facili da utilizzare

Spedizione gratuita

per ordini maggiori di 89,0€
la spedizione è gratuita