Sicilia

I vigneti in Sicilia e i vini siciliani

La produzione di uva e di vino in Sicilia non è mai stata un particolare problema. Ha sempre potuto contare su produzioni abbondanti e costanti grazie alle condizioni pedoclimatiche incredibilmente favorevoli. Ma il vero progresso è stato innnescato dallo sfruttamente del patrimonio viticolo locale puntando sull'aspetto qualitativo dei vitigni autoctoni anche non inseriti nelle denominazioni di origine.

Il ruolo determinante è stato giocato eprò anche dall'introduzione sul territorio siciliano dei vitigni internazionali, come lo chardonnay, il cabernet sauvignon ma anche il petit verdot, il merlot e il syrah.

Tra gli autoctoni è stato molto importante rivalutare il nero d'Avola e l'inzolia, vitigni di grande potenzialità in parte ancora inespresse. Tra le chicche che ci piace ricordare c'è anche la riscoperta del vino Mothia, definito vino dei Fenici e prodotto dalle uve grillo, vitigno a bacca bianca di grandissimo potenziale proveniente dall'isola di San Pantaleo, dove la tecnica di produzione antica e la storia millenaria lo rendono un vino dal fascino indiscutibile.

A coprire i più di 120.000 ettari di vigneto, oltre alle varietà già citate ricordiamo tra i vini siciliani anche quellli a base di catarratto, il gercanico, il trebbiano toscano, il carricante, il damaschino, il grecanico dorato, la malvasia di Lipari e lo zibibbo. Tra quelli a bacca rossa invece vengono coltivati soprattutto il nero d'Avola, il nerello mascalese, il sangiovese, il nerello cappuccio, il frappato, il perricone e il greco nero.

Tra le zone o denominazione ricordiamo soprattutto la zona di Vittoria, alle pendici dell'Etna famosa per il suo Cerasuolo, ma la sicilia è famosa anche per i vini da dessert come il Marsala, il moscato di Pantelleria o la malvasia di Lipari.

Molto produttiva è la provincia di Trapani che possiede circa la metà della superficie vitata dell'isola e dove viene prodotto proprio il Marsala. Qui i sistemi di allevamento sono principalmente l'alberello, la spalliera e in minima parte il tendone.

A Pantelleria viene coltivato esclusivamente lo zibibbo, chiamato anche moscato di Alessandria, introdotto dagli arabi per la produzione di uva passa.

La provincia di Agrigento è la patria dei vitigni bianchi, soprattutto del catarratto allevato soprattutto a spalliera, nel palermitano è molto diffuso l'inzolia, ma in generalesi puù dire che tutte le province della regione possiedono la capacità pedoclimatica di far crescere tutte le uve prima citate.

 

mappa italia Val d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino-Alto Adige Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Tipologia

Annata

Occasioni di consumo

Filosofia

Regioni

Cantina

Vitigno

Prezzo









Filtra

Sconti extra

registrati e ottieni
il 5% di sconto

Pagamenti sicuri

i nostri pagamenti sono sicuri
e facili da utilizzare

Spedizione gratuita

per ordini maggiori di 89,0€
la spedizione è gratuita