A causa dell'emergenza in corso per la diffusione del Covid-19,le consegne in tutto il territorio nazionale potrebbero subire dei ritardi e non tutte le località potranno essere servite dai servizi di corriere espresso. Scarica il PDF e controlla che la tua località sia servita prima di effettuare l'ordine.

Vini dell'associazione VinNatur

Quanto parliamo di vini naturali e decidiamo di informaci su di essi, scopriamo presto che questa categoria di prodotti non è regolamentata a livello legislativo, pertanto ci chiediamo come possiamo sapere se un vino è veramente naturale oppure no. VinNatur è un'associazione di vignaioli naturali, che fornisce delle direttive sulle caratteristiche che deve avere un vino naturale e promuove sperimentazioni, soprattutto in vigna ma anche in cantina di tecniche innovative volte ad un miglioramento del prodotto finale sempre nel rispetto della natura e del territorio nel quale il produttore è inserito.

 

Il disciplinare di VinNatur

L'obiettivo di VinNatur come dice il disciplinare è promuovere “attività dirette alla coltivazione della vite e alla produzione di vini di qualità, secondo metodi naturali legati al territorio, senza forzature tecnologiche”. Senza mai perdere di vista questo scopo, i vini prodotti dai vignaioli soci di VinNatur sono ottenuti esclusivamente da uve provenienti da vigneti gestiti direttamente del viticoltore e devono rispettare rigidi parametri di coltivazione e vinificazione. In vigneto l'obiettivo agronomico è quello di allevare piante sane, forti e resistenti alle malattie, alle avversità climatiche e all'attacco degli insetti fitofagi della vite e per far questo il vignaiolo deve prestare particolare attenzione alla fertilità biologica del suolo, alla tutela della biodiversità e all'equilibrio dell’ecosistema vigneto. A questo proposito le pratiche ammesse sono innanzitutto le concimazioni organiche e le concimazioni verdi, l'inerbimento autoctono, prodotto naturali a base di rame e zolfo per contrastare le malattie come l'oidio e la peronospora, la lavorazione del terreno per ossigenare il suolo e per migliorarne la struttura e in ultimo la vendemmia manuale. Mentre sono rigorosamente banditi tutti gli interventi che prevedono l'utilizzo di agenti invasivi e tossici di natura chimica e tecnologica, inclusa la vendemmia meccanica. In cantina la fermentazione alcolica deve essere spontanea e ad opera esclusivamente dei lieviti indigeni, presenti sull'uva o negli ambienti di vinificazione, tuttavia è consentito l'intervento volto al controllo della temperatura per ottimizzare il processo di fermentazione. L'aggiunta di solfiti è ammessa ma limitata a bassissime dosi (50 mg/l per i bianchi e 30 mg/l per i rossi), così come l'utilizzo di gas inerti per impedire l'ossidazione del mosto o del vino. Sono concessi anche l'uso di aria ed ossigeno per ossigenazione di mosti o vini e la filtrazione con attrezzature inerti aventi pori non inferiori a 5 micrometri. Ogni altro tipo di pratica o di aggiunta è severamente vietato. Clicca qui per leggere il disciplinare completo di VinNatur.

La ricerca e la sperimentazione 

Gran parte della ricerca e delle sperimentazioni svolte da VinNatur in collaborazione con il team di ricerca di “Vitenova vine wellness” e con il Centro Sperimentale per la Viticoltura Sostenibile, si concentrano sulla lavorazione del suolo. La riscoperta di antiche tecniche di viticoltura, che erano andate perse con l'avvento della concimazione chimica dei suoli, hanno fatto si che si potesse ottenere nuovamente un equilibrio sul terreno tramite il quale sono risolvibili la maggior parte dei problemi che il vignaiolo ha in campo agronomico. Con la distribuzione di letame o compost vegetale e la consociazione di più colture (semina di cereali o leguminose nei filari), è stato possibile recuperare questo equilibrio spezzato aumentando la biodiversità di microorganismi utili all’ecosistema e normalizzando il normale fabbisogno idrico della pianta. Per le pratiche di cantina, VinNatur svolge anche seminari con esponenti dell'enologia di spicco nazionale trattando argomenti fondamentali come la questione dell'importanza dell'ossigenzione del mosto e del vino, l'ecologia dei lieviti vinari e le fermentazioni naturali.

L'iscrizione a VinNatur è obbligatoria?

Non è obbligatorio per i produttori di vini naturali associarsi a VinNatur, bensì si tratta di una scelta dei singoli vignaioli che vogliono garantire al consumatori la certezza che i loro vini sono prodotti secondo natura, nel rispetto del territorio di provenienze e del fragile ecosistema vigneto, per una viticoltura sostenibile e volta al futuro senza dimenticare il passato.

Filtra


Sconti extra

registrati e ottieni
il 5% di sconto

Pagamenti sicuri

i nostri pagamenti sono sicuri
e facili da utilizzare

Spedizione gratuita

per ordini maggiori di 99€
la spedizione è gratuita